Contenuto principale

Messaggio di avviso

banner pon

Nell'ambito del catalogo "Roma con le scuole: percorsi didattici per una crescita in Comune", promosso da Roma Capitale con le più importanti istituzioni pubbliche e private cittadine, l'Aeronautica Militare ha partecipato con un'iniziativa di divulgazione storica dal titolo "Spieghiamo le ali", pensato per avvicinare gli studenti ad un mondo ricco di tradizioni e tecnologia come quello dell'aviazione.

Mercoledì 25 maggio 2016, al termine di un ciclo di incontri realizzati con numerosi Istituti Secondari di primo grado del Comune di Roma, una rappresentanza di studenti di due Istituti Secondari capitolini è stata ospitata presso le Sale Storiche di Palazzo Aeronautica per la presentazione di una serie di progetti didattici realizzati nell'ambito dei suddetti incontri. In particolare, l'Ufficio Storico dell'Aeronautica Militare è impegnato da tempo nella valorizzazione del patrimonio storico e culturale della FA attraverso la realizzazione di ricostruzioni in 3D e proiezioni virtuali con speciali tecnologie di luoghi ed eventi che hanno fatto la storia dell'aviazione italiana; ultima in ordine di tempo, la riproduzione dell'ultimo volo di Francesco Baracca, l'Asso degli Assi, in occasione delle celebrazioni del Centenario della Grande Guerra.

Con la partecipazione a questa iniziativa, l'Aeronautica Militare ha voluto sottolineare la sensibilità della Forza Armata nel perseguire il principio dell'educazione alla conoscenza e alla tutela del patrimonio storico, artistico e architettonico del Paese. Tale impegno si lega allo stesso codice genetico dell'Aeronautica Militare, fondato sulla coscienza condivisa di una storia comune di valori, tradizioni, sacrificio e attività al servizio della collettività.

Roma 07/02/2016

27 alunni delle classi terze dell’I.C "Via Renato Fucini, 265" hanno avuto il piacere e l’onore, domenica 07/02/2016 di fare da Ciceroni per le aule di Montecitorio alla presenza del Presidente della Camera Laura Boldrini, del Sottosegretario ai Beni Culturali Dott.ssa Borletti, del Prof. Carandini Presidente del FAI e di molte altre autorità Istituzionali.

Tutti hanno complimentato i nostri alunni per la preparazione e la serietà, la Presidente Boldrini ha mostrato più volte il suo apprezzamento per l’impegno dei ragazzi, dei docenti e della nostra scuola e per le competenze di cittadinanza così testimoniate.

La Dirigente scolastica è orgogliosa del grande successo ottenuto e ringrazia gli alunni, i docenti e tutti i genitori che hanno contribuito alla riuscita di questa manifestazione così importante.

 

M2 7Il 7 febbraio torna "Montecitorio a porte aperte", l'iniziativa della Camera dei deputati che, una domenica al mese, prevede l'apertura del Palazzo alle visite dei cittadini. Questa volta con una particolarità: a fare da guida saranno i ragazzi. "Apprendisti Ciceroni guide straordinarie a Montecitorio" è infatti il titolo di questa speciale edizione, nella quale oltre cinquanta alunni provenienti da due scuole medie di Roma illustreranno al pubblico di "Montecitorio a porte aperte" le bellezze storiche, artistiche e architettoniche del Palazzo. All'evento parteciperà anche la Presidente della Camera, Laura Boldrini.

I ragazzi si sono preparati per mesi, con sopralluoghi all'interno di Montecitorio e un'approfondita formazione, curata dalle scuole di provenienza ("Renato Fucini" e "Orsa Maggiore" di Roma) e dai volontari del Fai-Fondo Ambiente Italiano, che proprio quest'anno celebra i vent'anni del progetto "Apprendisti Ciceroni". 

Tratto da "Comunicati stampa" - 03/02/2016

incontro1(AGENPARL) – Roma, 03 feb 2016

Il soldato italiano portatore di pace, questo il tema affrontato stamane dal Ten. Col. Gianfranco Paglia, consigliere del Ministro della Difesa Roberta Pinotti, con gli alunni della Scuola Media Statale Renato Fucini di Roma.

Studenti sempre più preparati e pronti ad affrontare tematiche contemporanee come il terrorismo islamico, l’importanza delle missioni di pace e sempre più attenti nel voler comprendere il ruolo del soldato italiano nei vari campi operativi.

”Sono incontri che mi arricchiscono ogni volta" – ha commentato il Ten. Col. Gianfranco Paglia- è questa una generazione molto più attenta e documentata rispetto alla mia, ricordo che alla loro età, nei ritagli di tempo, pensavo di giocare a pallone, loro, invece, sono incuriositi molto di più da ciò che accade e grazie ai social ed internet si aggiornano in tempo reale. Prova di ciò sono le domande che formulano sempre più piene di interesse. Oggi si è parlato molto di un ipotetico nostro intervento militare in Libia. Molti mi chiedevano le dinamiche e in che modo si possa guidare un intervento armato. Nel chiarire che si auspica che in Libia si possa dare il via ad un governo, ho spiegato che è fondamentale quando si inizia una missione portarla a termine per evitare situazioni analoghe alla Somalia. Non è importante come si conclude ma è necessario portarla a termine evitando in questo modo la possibilità di creare nuove basi terroristiche come appunto è accaduto a Mogadiscio. A volte il prezzo è alto perché si sacrificano le vite di uomini e donne, ma il soldato italiano conosce bene i rischi che si corrono per difendere il Paese e non si è mai tirato indietro.

Tratto da http://www.agenparl.com/360094-2